FF PRO

Investi informato
come un PROfessionista

FF PRO

Investi informato
come un PROfessionista

Ricerca del giorno

Ecco perché l'S&P 500 potrebbe arrivare a 5.400 punti nel 2024

Bank of America ha alzato il target price sull'S&P 500 a 5.400 punti. Ecco tutti i motivi

Analisi su Certificati e Obbligazioni

Articolo di: Ufficio Studi FreeFinance

Ufficio Studi FreeFinance

Borsa Italiana: tutti i dividendi del 2024

Borsa Italiana: tutti i dividendi del 2024

Quali sono le società quotate su Borsa Italiana che staccheranno il dividendo nel 2024? In questo articolo andremo a rispondere a questa domanda illustrando per ogni azienda …
Articolo di: Francesca Fossatelli

Francesca Fossatelli

Un possibile sostituto per il XS2463717681: Pro e Contro dell'acquisto di un Certificato Callable

Ultime notizie

Bull & Bear: la migliore e la peggiore azione di giornata

Il settore criptovalutario continua a mettere a segno rialzi. Con il +8,37%, Coinbase è ancora una volta l’azione migliore del giorno per le società che monitoriamo più di vicino. L’aumento continua ad essere guidato dal Bitcoin, che si sta avvicinando ai massimi storici segnati a novembre (ora +4,99%, a 66.292 dollari). 

Fonte immagine: Refinitiv

In fondo alla classifica troviamo nuovamente Beyond Meat con il -11,98%. Non ci sono notizie di particolare rilievo per la società, quindi il calo così importante potrebbe essere dovuto ad un riassorbimento di parte degli acquisti post trimestrale. Dei 15 analisti censiti da Refinitiv che seguono il titolo, 8 hanno un giudizio hold e 7 di sell. Il prezzo obiettivo medio è di 7 dollari, quasi il 19% in meno rispetto alle attuali quotazioni. 

Fonte immagine: Refinitiv

Ufficio Studi FreeFinance

Bull & Bear: la migliore e la peggiore azione di giornata

Il settore criptovalutario continua a mettere a segno rialzi. Con il +8,37%, Coinbase è ancora una volta l’azione migliore del giorno per le società che monitoriamo più di vicino. L’aumento continua ad essere guidato dal Bitcoin, che si sta avvicinando ai massimi storici segnati a novembre (ora +4,99%, a 66.292 dollari). 

Fonte immagine: Refinitiv

In fondo alla classifica troviamo nuovamente Beyond Meat con il -11,98%. Non ci sono notizie di particolare rilievo per la società, quindi il calo così importante potrebbe essere dovuto ad un riassorbimento di parte degli acquisti post trimestrale. Dei 15 analisti censiti da Refinitiv che seguono il titolo, 8 hanno un giudizio hold e 7 di sell. Il prezzo obiettivo medio è di 7 dollari, quasi il 19% in meno rispetto alle attuali quotazioni. 

Fonte immagine: Refinitiv

Apple: da antitrust EU multa da €1,8 mld

Ufficio Studi FreeFinance

Apple: da antitrust EU multa da €1,8 mld

L’antitrust EU ha colpito Apple con una multa da 1,8 miliardi di euro. Il motivo è l’esclusione dalle sue piattaforme dei competitor del settore dello streaming musicale, come Spotify. Oltre alla sanzione, la società dovrà smettere di impedire ai concorrenti di informare gli utenti in merito ad offerte più convenienti al di fuori dell’App Store. Apple ricorrerà in appello contro la decisone europea, in quanto le autorità non sarebbero riuscite a trovare alcuna prova credibile di un danno per i consumatori. Al momento le azioni Apple cedono il -2,31%.

Il punto sui mercati

La prima seduta della settimana non mostra movimenti di rilievo per i principali indici di Borsa USA ed EU. Quella appena iniziata sarà un’ottava ricca di dati economici e di eventi di rilievo, in primis la riunione della BCE di giovedì, che sarà accompagnata dalle nuove proiezioni economiche dell’istituto. Per gli USA si attende invece la testimonianza di Powell il prossimo 6 marzo a Capitol Hill. L’8 marzo invece è attesa la pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro statunitense di febbraio. Lato Banche centrali oggi è attesa una dichiarazione di Harker per la Fed (non votante). 

Sul fronte materie prime invece, il petrolio veleggia sulla parità (il WTI segna il -0,35%) dopo che l’OPEC+ ha scelto di estendere i tagli all’offerta fino alla fine del 2° trimestre. Intanto il Bitcoin continua la sua fase rialzista (ora +4,48%) e si aggira nei pressi dei massimi storici segnati a novembre 2021. Il future sull’S&P 500 registra il -0,17%, quello sul Dow Jones il -0,41% e quello sul NASDAQ 100 il +0,01%. Intanto il FTSE Mib segna il -0,09%, il DAX il +0,01% e il CAC 40 il +0,17%.

Ufficio Studi FreeFinance

Il punto sui mercati

La prima seduta della settimana non mostra movimenti di rilievo per i principali indici di Borsa USA ed EU. Quella appena iniziata sarà un’ottava ricca di dati economici e di eventi di rilievo, in primis la riunione della BCE di giovedì, che sarà accompagnata dalle nuove proiezioni economiche dell’istituto. Per gli USA si attende invece la testimonianza di Powell il prossimo 6 marzo a Capitol Hill. L’8 marzo invece è attesa la pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro statunitense di febbraio. Lato Banche centrali oggi è attesa una dichiarazione di Harker per la Fed (non votante). 

Sul fronte materie prime invece, il petrolio veleggia sulla parità (il WTI segna il -0,35%) dopo che l’OPEC+ ha scelto di estendere i tagli all’offerta fino alla fine del 2° trimestre. Intanto il Bitcoin continua la sua fase rialzista (ora +4,48%) e si aggira nei pressi dei massimi storici segnati a novembre 2021. Il future sull’S&P 500 registra il -0,17%, quello sul Dow Jones il -0,41% e quello sul NASDAQ 100 il +0,01%. Intanto il FTSE Mib segna il -0,09%, il DAX il +0,01% e il CAC 40 il +0,17%.

Per la BIS si va verso un soft landing

La Bank for International Settlements, detta la “Banca centrale delle Banche centrali”, ha dichiarato che gli istituti stanno per vincere la battaglia contro l’inflazione. La BIS mostra un cauto ottimismo, in un contesto in cui le Banche centrali sono riuscire ad evitare un radicamento dei prezzi e un crollo dell’economia. In ogni caso, l’indice dei prezzi al consumo potrebbe rivelarsi ostinata, in quanto sono i servizi a dominare. Questa componente è meno sensibile alle variazioni dei prezzi dell’energia ed è resa più persistente dalla maggiore intensità del lavoro. Se i servizi sostenessero le pressioni inflazionistiche sottostanti nel breve periodo, la politica monetaria dovrebbe rimanere più rigida. La BIS ha avvertito anche che i titoli tech hanno portato il mercato a valori estremi e si dovrà quindi prestare attenzione. In ogni caso, la Bank for International Settlements si aspetta un soft landing per le economie.

Ufficio Studi FreeFinance

Per la BIS si va verso un soft landing

La Bank for International Settlements, detta la “Banca centrale delle Banche centrali”, ha dichiarato che gli istituti stanno per vincere la battaglia contro l’inflazione. La BIS mostra un cauto ottimismo, in un contesto in cui le Banche centrali sono riuscire ad evitare un radicamento dei prezzi e un crollo dell’economia. In ogni caso, l’indice dei prezzi al consumo potrebbe rivelarsi ostinata, in quanto sono i servizi a dominare. Questa componente è meno sensibile alle variazioni dei prezzi dell’energia ed è resa più persistente dalla maggiore intensità del lavoro. Se i servizi sostenessero le pressioni inflazionistiche sottostanti nel breve periodo, la politica monetaria dovrebbe rimanere più rigida. La BIS ha avvertito anche che i titoli tech hanno portato il mercato a valori estremi e si dovrà quindi prestare attenzione. In ogni caso, la Bank for International Settlements si aspetta un soft landing per le economie.

Ecco perché l'S&P 500 potrebbe arrivare a 5.400 punti nel 2024

Ecco perché l'S&P 500 potrebbe arrivare a 5.400 punti nel 2024

Ufficio Studi FreeFinance

Ecco perché l'S&P 500 potrebbe arrivare a 5.400 punti nel 2024

Gli analisti di Bank of America hanno alzato ancora il target sull’S&P 500 per fine anno, portandolo da 5.000 a 5.400 punti. Gli analisti hanno aumentato il peso degli indicatori fondamentali rispetto a quelli del Sell Side Indicator, con un sentiment che sta passando da rialzista a neutrale ed è un driver maggiore dei rendimenti estremi. Fonte: ricerca Bank of AmericaL’elemento chiave per l’incremento dell’obiettivo è il fair value passato da 4.400 a 5.050 punti, con il mix verso settori a margine più alto e a basso rischio di utili. I margini dovrebbero stabilizzarsi ulteriormente. Per questo assunto sono stati ipotizzati tassi reali del …

Le trimestrali della settimana

Ufficio Studi FreeFinance

Le trimestrali della settimana

Ecco il calendario delle trimestrali delle società che osserviamo più da vicino per la settimana appena iniziata, con le attese su ricavi ed EPS di Refinitiv.

L'OPEC+ estende i tagli all'offerta

Ufficio Studi FreeFinance

L'OPEC+ estende i tagli all'offerta

Come da attese, l’OPEC+ ha esteso i tagli all’offerta di petrolio da circa 2 milioni di barili al giorno fino a metà dell’anno. Il Vicepremier russo Alexander Novak ha affermato che il suo Paese porrà un maggior focus sui tagli all’output nel prossimo trimestre

Dopo giugno, le riduzioni saranno restituite gradualmente in base alle condizioni di mercato. La Russia ha un’esenzione che le permette di dividere i limiti tra produzione ed export di petrolio e prodotti raffinati. Nel dettaglio ad aprile le limitazioni riguarderanno 350mila barili al giorno di produzione e 121mila di esportazioni. A maggio rispettivamente 400mila e 71mila mentre a giugno sarà tutto relativo alla produzione.

Market mover 4-8 marzo: riflettori su BCE e mercato lavoro USA

Market mover 4-8 marzo: riflettori su BCE e mercato lavoro USA

Ufficio Studi FreeFinance

Market mover 4-8 marzo: riflettori su BCE e mercato lavoro USA

L’agenda economica della settimana vedrà diversi appuntamenti di rilievo. In particolare, giovedì si terrà il meeting della BCE, mentre l’8 marzo verranno pubblicati i dati sul mercato del lavoro USA. Da segnalare anche che il 7 marzo parlerà il Governatore della Fed, Jerome Powell. Ecco quali saranno i market mover dei prossimi giorni:Lunedì 4 marzo Oggi non è previsto nessun dato di rilievo Martedì 5 marzo Oggi è prevista la pubblicazione degli HCOB dei servizi e compositi dell’Eurozona (febbraio, finale). Le attese sono per una stabilità delle misurazioni a 50 e 48,9 punti. Alle 11:00 è attesa la pubblicazione dell’indice dei prezzi alla …

Le trimestrali della settimana: Beyond Meat, Norwegian, Puma e Munich RE

Le trimestrali della settimana: Beyond Meat, Norwegian, Puma e Munich RE

Ufficio Studi FreeFinance

Le trimestrali della settimana: Beyond Meat, Norwegian, Puma e Munich RE

Con sole 12 società appartenenti all’S&P 500 che mancano alla pubblicazione dei risultati del 4° trimestre 2023, possiamo dire che la stagione delle trimestrali è conclusa. I numeri sono stati piuttosto positivi: Reuters riporta che il 76% delle aziende del principale indice di Borsa USA ha superato le attese sugli utili, mentre il 64% lo ha fatto sui ricavi. Fonte immagine: RefintivCome ogni settimana, vediamo i conti delle società che più osserviamo da vicino e che hanno pubblicato i conti nella settimana appena trascorsa.Trimestrale Puma🔹Ricavi: 1,982 miliardi di euro, stime a 2,094 miliardi (dati Refinitiv)🔹EPS: 0 euro, in linea con le …

Bull & Bear: la migliore e la peggiore azione di giornata

L’azione che oggi spicca tra le altre nella lista che monitoriamo è Delivery Hero (+3,70%). WirtschaftsWoche riporta che le trattative per la vendita delle attività di Foodpanda a Taiwan a Uber Eats sono fallite. Il gruppo sta cercando di dismettere le attività in perdita nel Sud-Est asiatico per raggiungere la redditività mantenendo la crescita.

Fonte immagine: Refinitiv

A differenza di ieri, oggi Beyond Meat ha la peggiore performance delle azioni che monitoriamo (-6,27%). La reazione così negativa potrebbe essere dovuta ai forti rialzi degli ultimi due giorni. Oltre a questo, il gruppo ha detto che intende raccogliere altri capitali nel corso dell’anno tramite l’emissione di titoli di debito o azionari, anche attraverso il suo programma ATM. Tutto questo anche se c’è la liquidità sufficiente a finanziare le operazioni nei prossimi 12 mesi.

Fonte immagine: Refinitiv

Ufficio Studi FreeFinance

Bull & Bear: la migliore e la peggiore azione di giornata

L’azione che oggi spicca tra le altre nella lista che monitoriamo è Delivery Hero (+3,70%). WirtschaftsWoche riporta che le trattative per la vendita delle attività di Foodpanda a Taiwan a Uber Eats sono fallite. Il gruppo sta cercando di dismettere le attività in perdita nel Sud-Est asiatico per raggiungere la redditività mantenendo la crescita.

Fonte immagine: Refinitiv

A differenza di ieri, oggi Beyond Meat ha la peggiore performance delle azioni che monitoriamo (-6,27%). La reazione così negativa potrebbe essere dovuta ai forti rialzi degli ultimi due giorni. Oltre a questo, il gruppo ha detto che intende raccogliere altri capitali nel corso dell’anno tramite l’emissione di titoli di debito o azionari, anche attraverso il suo programma ATM. Tutto questo anche se c’è la liquidità sufficiente a finanziare le operazioni nei prossimi 12 mesi.

Fonte immagine: Refinitiv

La Fed potrebbe restare alla finestra nel 2024?

Ufficio Studi FreeFinance

La Fed potrebbe restare alla finestra nel 2024?

E se la Fed non tagliasse i tassi nel 2024? Ne è convinto il Capoeconomista di Apollo Management, Torsten Slok, che vede questa possibilità se si verificasse una riaccelerazione dell’economia seguita da un incremento dell’inflazione sottostante. Slok ritiene che i rendimenti dei bond continueranno a rimanere alti. La Banca centrale USA rimarrà alla finestra nel 2024 per il grande incremento delle aspettative di crescita in USA e per l’allentamento delle condizioni finanziarie. A questo si aggiungono la tenuta del mercato del lavoro e l’inflazione salariale.

Barkin (Fed): ancora presto per dire quando tagliare i tassi

Ufficio Studi FreeFinance

Barkin (Fed): ancora presto per dire quando tagliare i tassi

Thomas Barkin, Presidente della Fed di Richmond, ha detto che è presto per dire quando la Federal Reserve taglierà il costo del denaro, in quanto le pressioni sul rialzo dei prezzi sono ancora presenti. Barkin ha sottolineato che la componente dei servizi fatica a stabilizzarsi e ci sono ancora delle pressioni salariali. L’esponente del board della Fed ha affermato di attendersi una discesa dei numeri dell’inflazione nei prossimi mesi. 
12345